Il blog di Fulvio

Mammemotori.it, l’emisfero femminile del pianeta auto

Tasty Italy è nato da un’idea, direi da un bisogno di Gaia Viganò e mio. Entrambi amiamo le eccellenze enogastronomiche italiane, le culture, le tradizioni e le leggende che le accompagnano.

Nonostante i tratti da “mangiolostrettonecessario”, Gaia è una grande buongustaia, amante di un buon calice di vino, rosso se possibile, anche due se non deve guidare.

Ma quando non deve guidare? Già perché il suo rapporto con l’auto è indissolubile, a metà fra il bisogno, il piacere e l’è meglio se guido io.

Secondo la saggia regola del “se proprio devo lavorare è meglio fare qualcosa che mi piace”, Gaia, che è un capricorno, è direttore editoriale di Tasty Italy, amministratore delegato di “WSTC”, una società che si occupa di comunicazione nell’automotive e gestisce un paio di concessionarie d’auto a Milano e dintorni, e adesso anche titolare della testata “mammemotori.it” in cui la sua passione per le auto si incontra con il suo essere donna e madre.

Il suo costante mettersi in gioco confeziona oggi un trittico a disposizione di tutto il mondo femminile desideroso di estendere il suo libero arbitrio anche alle quattroruote: come sceglierle, come guidarle, come viverle, come manutenerle, come prendere tutto seriamente ma con il sorriso sulle labbra.

Da donna, Gaia pensa che le auto non siano “roba” per soli uomini, da mamma, è convinta che conoscere il mondo dell’auto le dia più sicurezza, soprattutto nelle responsabilità verso il figlio che rimane indiscutibilmente il suo più grande amore. Attraverso “mammemotori.it” Gaia vuole dimostrare come questo mondo così maschile, all’apparenza tanto lontano dalle mamme è, in realtà, molto più semplice di quello che sembra e ricco di sfumature femminili.

Diamo quindi il benvenuto a “mammemotori” e all’esordio di un nuovo punto di vista …

… Gli uomini hanno perso qualcosa? Certo che no. Come sempre, come in tutti i casi l’emancipazione non è una privazione (per alcuni addirittura un’usurpazione) ma una collaborazione, un inno alla condivisione: portare avanti insieme progetti di vita sempre più impegnativi per portarli avanti meglio, perché i ruoli non sono mode e neanche meri tratti caratteriali ma devono essere abiti che ci consentono di vestire meglio i nuovi climi sociali ed esistenziali.

Da parte mia sono tranquillissimo perché so che potrò continuare a contare sul mio direttore editoriale … me lo garantiscono il suo rispettoso affetto per le nostre tavole e cantine millenarie e la bella amicizia che abbiamo deciso di regalarci.

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi