4 passi per l'Italia Consigli Curiosità Food News Tasty Italy Tradizione

La sagra del Risotto alla milanese

Anche Milano, capitale mondiale indiscussa della moda e del design, vanta una tradizione gastronomica di tutto rispetto. Qui venne sfornato il primo panettone, o Pan del Toni, intorno al 1500. Non passano molti anni quando, nel 1574, alla tavola del vetraio belga Valerio di Fiandra, viene servito il primo Risotto alla milaneseSecondo un manoscritto ritrovato nella biblioteca Trivulziana, il Mastro fiammingo Valerio di Fiandra, che all’epoca lavorava alle vetrate del Duomo di Milano, (sono sue quelle che raffigurano la vita di Sant’Elena) era aiutato da un assistente soprannominato Zafferano perché mescolava sempre un po’ di questa spezia nelle sue miscele di colori per renderli cromaticamente più vivaci. Per scherzo, un giorno il maestro gli disse che, continuando così, avrebbe finito per mettere del giallo anche nel cibo. Zafferano lo prese in parola e il giorno delle nozze della figlia di Valerio, un po’ per scherzo e un po’ per gelosia, fece aggiungere dello zafferano al riso al burro che il cuoco stava preparando per gli invitati. Il risotto, accolto inizialmente con stupore e diffidenza dai commensali, riscosse un grandissimo successo grazie al suo gusto saporito e al colore giallo oro, sinonimo di ricchezza e allegria. Fu così che ben presto il risotto colorato di giallo si diffuse in tutta Milano grazie anche alle riconosciute proprietà farmacologiche dello zafferano, diventando il protagonista nelle osterie e nelle taverne. Era nato in questo modo il classico risotto giallo milanese. Oggi questo piatto della tradizione meneghina viene celebrato con la prima Sagra del Risotto a Milano il 4 e 5 novembre che, insieme ad altre ricette a base di riso,  sarà servito all’interno del giardino di una villa storica di inizio ‘900 in via San Vittore 49. Il tutto accompagnato da buona musica e assaggi vari di piatti a base di riso.

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi