4 passi per l'Italia Consigli

Innamorarsi sulla Strada del Vino

Amore, cibo e vino sono sempre stati un connubio storicamente perfetto ancor di più se nel posto giusto.

Vi voglio consigliare un week end da vivere con spensieratezza facendovi coccolare e gustando i sapori di una terra che fa del “godersi le cose nel giusto tempo” il suo motto: l’ Alto Adige.

Prendetevi qualche giorno di relax e visitate la Strada del Vino in Alto Adige che si estende da Nalles e prosegue per Bolzano fino a raggiungere Salorno, sul confine con il Trentino, un viaggio affascinante attraverso una terra solare, piena di profumi e colori, dal clima mite, ideale per la coltivazione della vite.

La Strada del Vino è la più antica strada del vino italiana che si svincola lungo 30 chilometri di percorso sul quale si incontrano zone viticole molto diverse tra loro che vanno dai 200 ai 1000 mt di altezza, dalle colline a pendii più ripidi e soleggiati, dalle terrazze panoramiche ad alta quota a zone esposte al dolce vento.

Chiamate la persona con cui state bene, lasciate i pensieri inquietanti e i problemi chiusi nell’armadio di casa e partite per l’Alto Adige. Le opzioni per passare due giorni di relax e spensieratezza sono molte, io ve ne suggerisco una che ho vissuto personalmente concentrandomi sulla zona di Bolzano.

Per iniziare l’ideale è staccarsi dai rumori e dalla frenesia della città e immergersi nella natura, camminare lentamente tra i vigneti godendosi le sfumature degli innumerevoli colori, soprattutto se andate in autunno, inebriandosi dei profumi  di questa terra. Io ho percorso la passeggiata Sant’Osvaldo il cui nome deriva dal famoso cantante e poeta del medioevo Oswald von Wolkenstein. Il sentiero collega Sant’Antonio con Santa Maddalena e nel percorrerlo rimarrete sorpresi nel vedere una flora tipica del sud. Lungo la strada che porta su una collina vinicola ammirerete ovunque bellissimi vigneti fino ad incontrare le tipiche pareti porfiriche del Monte Tondo. Al centro del bosco di faggi si ergono due torri piramidali di conglomerato porfirico che attirano subito l’attenzione. Questi fenomeni naturali vengono anche chiamati comunemente “Wilde Mandler”, cioè “pupazzi selvaggi”.

Fermatevi poi in una delle tante cantine che trovate in zona, non ve ne pentirete.  I due vini autoctoni per eccellenza sono il Lagrein e il Santa Maddalena.

Il Lagrein rappresenta il vino rosso locale di prestigio dell’Alto Adige ed è sicuramente il prodotto di punta dei vigneti di Bolzano nonché uno dei miei vini preferiti. Di un rosso scuro intenso, ha aroma morbido e gradevole  con un retrogusto di more e di mirtillo nero, aspro quanto basta al palato per risultare ideale per piatti forti come la selvaggina.

Il Santa Maddalena (St. Magdalener), che prende il nome dal piccolo villaggio di Santa Maddalena sulla collina morenica alla periferia nord di Bolzano, è invece un vino rosso leggero e fruttato prodotto con uva schiava (Vernatsch). Una volta era il vino prediletto in città.

Dopo una splendida passeggiata conclusasi con dell’ottimo vino arriva il momento di lasciarsi completamente andare e farsi coccolare in una Spa. Io vi consiglio un posto riservato e molto intimo a solo mezz’ora da Bolzano: lo Chalet Grumer Suites & Spa a Soprabolzano. E’ immerso nel verde a 1.100 mt di altitudine isolato dal paese che quasi, percorrendo il tragitto per arrivarci, a un certo punto pensate che in realtà non esista e che avete sbagliato strada. Qui la percezione del tempo cambia magicamente . . . ammirando le nostre meravigliose Dolomiti si respira ancora l’atmosfera avvolgente di epoche passate. Il giardino e le terrazze dello Chalet sono un rifugio romantico ideale specialmente nelle calde notti estive.

Con il suo stile alpino tradizionale e grazie alla sua struttura terrazzata, lo chalet si inserisce con garbo nel pittoresco pendio che lo accoglie. Curatissimo anche all’esterno, sfoggia un rigoglioso giardino, romantiche verande e accoglienti nicchie, il contesto ideale per abbandonarsi all’ozio creativo. Negli interni le possenti mura in pietra naturale, le travi in legno e gli arredi in stile contemporaneo coccolano l’ospite offrendogli un ambiente caldo e accogliente.

Ad accogliervi è il simpatico Mike, il cane di Philip e Alexandra, i padroni di casa che hanno saputo trasformare la casa di famiglia in uno Chalet di lusso accogliente e confortevole. Della cucina se ne occupa direttamente Alexandra che con il cuoco vi offre ottime specialità locali, prodotti di genuina qualità.

 

Dopo una giornata all’aperto è bene rilassarsi nella Spa costruita attorno a una fontana di roccia dolomitica: provate la sauna biologica, finlandese o a vapore. la scelta è fra il relax che vi offre questa oasi di tranquillità con musica soft, aromi benefici e colori dalle calde tonalità o dedicarvi all’attività fisica nella palestra con stazione multifunzionale, tapis roulant, stairmaster e altre attrezzature. La piscina coperta dispone di funzione controcorrente e panca idromassaggio incorporate mentre all’aperto vi aspetta tutto l’anno la vasca idromassaggio riscaldata con vista panoramica sulle Dolomiti oppure potete decidere di prenotare un massaggio rilassante, l’ideale per allontanare lo stress.

Tornare a casa dopo un week end qui è come ricaricarsi dopo una settimana di ferie, provatelo!

 

www.chaletgrumer.it

 

 

 

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi