Food Ricette Tradizione

I Pizzoccheri della Valtellina conquistano il marchio IGP!

_pizzoccheri-alla-valtellinese-986x400

Se siete stati in qualsiasi paese della provincia di Sondrio, in Valtellina, avete per forza assaggiato i famosi Pizzoccheri e adesso potete dire di avere mangiato i veri Pizzoccheri con il marchio IGP.
Nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea pubblicata ieri, infatti, è stato riconosciuto al pizzocchero della Valtellina il marchio d’indicazione geografica protetta. Dopo un percorso che dura ormai da due anni, finalmente il tanto amato piatto valtellinese ha trovato la sua giusta collocazione nel mondo gastronomico.
Ad annunciare l’avvenuta acquisizione del marchio è stato Emanuele Bertolini, presidente della Camera di Commercio di Sondrio, durante un incontro presso l’Ente camerale, alla presenza di Gianni Fava, assessore regionale all’Agricoltura. Al centro dell’attenzione, naturalmente, c’è l’aspetto geografico. Secondo la normativa europea, infatti, i prodotti Dop e Igp rappresentano l’eccellenza della produzione agroalimentare e sono ciascuno il frutto di una combinazione unica di fattori umani e ambientali, caratteristica di un determinato territorio. Per questo motivo l’Ue detta regole precise per la loro salvaguardia, prevedendo l’istituzione di appositi regimi normativi di qualità, a tutela della buona fede dei consumatori, dotando i produttori di strumenti concreti per identificare e promuovere meglio prodotti aventi caratteristiche specifiche, nonché proteggerli da pratiche sleali.

Ma come sono e come si cucinano i pizzoccheri valtellinesi?
Eccovi la ricetta originale dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi