Beverage Curiosità Tasty Italy Viaggi

BirrinBià – Birre Artigianali ad Abbiategrasso

Ormai l’avrete capito, il mondo dei microbirrifici mi sta sempre più appassionando. Sarà perché trovo alcune di queste birre davvero particolari e buone, sarà perché sentir raccontare le meravigliose storie dietro ognuna di loro è emozionante… c’è tutto il frutto della passione, del sacrificio, della creatività e del saper trovare soluzioni innovative, tipico di noi italiani.

È per questo che non potevo non visitare BirrinBià, una tre-giorni dedicata ai microbirrifici artigianali che si è tenuta in occasione della Festa di S. Giuseppe ad Abbiategrasso (Milano) nella splendida cornice del castello Visconteo, che diede i natali a Gian Galeazzo Sforza, primogenito di Galeazzo Maria Sforza e Bona di Savoia (anche detta la duchessa triste, ma questa è un’altra storia!).

Nei suggestivi sotterranei del castello, tra archi a volta di mattoncini e luci soffuse, BirrinBià – arrivata alla sua terza edizione – è stata una vetrina importante per dieci piccole realtà produttrici di birra, che hanno fatto degustare i propri prodotti accompagnati da piatti tipici della tradizione popolare.

Tra i birrifici presenti quest’anno,

Agribirrificio La Morosina
Birrificio Beer in
Birrificio Il Conte Gelo
Birrificio Legnano
Birrificio Feudi di Bobbio
Birrificio Legnone
Birrificio Agricolo Hordeum
Birrificio Jeb
Cannabeer

E la Birra del Parco, di cui vi abbiamo già raccontato la storia in queste pagine.

Una bellissima occasione per parlare con i proprietari, ascoltare dalla voce dei protagonisti le caratteristiche di ogni birra,farsi guidare nell’assaggio e cogliere tutte le sfumature, scoprire cosa c’è dietro alla scelta degli ingredienti ed ai luoghi di produzione. Comune denominatore per tutti è la grande passione per questa bevanda e, allo stesso tempo, il forte attaccamento per il territorio e i suoi prodotti. E’ da qui che nascono le birre artigianali non filtrate e non pastorizzate, dai sapori puri e vivi. Storie diverse, storie di famiglia, storie di amicizie che durano nel tempo e trovano sublimazione nella comune adorazione per la birra: come quella de La Morosina (di cui prediligo la Weizen), azienda agricola che si trova in uno dei primi insediamenti colonici della pianura alluvionale del Parco del Ticino, nei cui orti coltiva tutti gli ingredienti della birra che produce (anche il luppolo, di cui è uno dei pochi produttori in Italia). O come quella del microbirrificio piemontese Jeb, che nasce grazie alla passione e caparbietà di Chiara Baù che dopo una lunga esperienza nel tessile ha deciso di trasformare un amore in lavoro. E ancora la storia di Gianni Mazza, collezionista birrario e homebrewer da 35 anni, che, con alcuni amici d’infanzia, ha deciso di avventurarsi nella produzione di birra, dando vita a Beer In. Ognuna di loro merita un racconto a parte, ed è quello che speriamo di riuscire a fare!

Ma BirrinBià è anche un modo per fare del bene. Come ogni anno, infatti, il ricavato dell’edizione è devoluto in beneficienza, e nel 2017 è stato dato a favore del presidio slow food Roveja (un piccolo pisello selvatico la cui coltivazione si era perso nel tempo) di Civita di Cascia (Perugia), vittima dei recenti terremoti.

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi