Food Ricette Tradizione

Sua Maestà lo strudel


In Italia lo strudel è il dolce altoatesino per eccellenza. Nelle pasticcerie, nelle panetterie e nei rifugi  fa la sua comparsa da settembre, con l’inizio della raccolta mele. Sulle Dolomiti, dove viene preparato esclusivamente con gli ingredienti locali – mele e burro di montagna – è sempre il momento giusto per gustarlo, in tutte le stagioni. Tiepido o caldo, a colazione, con il latte o il cappuccino, a merenda, con una tazza di tè o un succo di mela, o dopo cena, accompagnandolo con un bicchiere di Moscato Giallo Passito, un pregiato vino dell’Alto Adige dal gradevole aroma di albicocca e vaniglia. Il successo di questo dolce è tale che i produttori ne sfornano ben 85mila kg l’anno. Ma molti, moltissimi, l’hanno inserito nel ghiotto elenco delle torte casalinghe. Volete provarci anche voi?

INGREDIENTI 

Pasta
200 g di zucchero
250 g di burro
500 g di farina
2 uova
½ bustina di lievito per dolci
½ bustina di zucchero vanigliato

Ripieno di mele
4 mele Alto Adige Golden Delicous
½ limone in succo
1 limone, scorza grattugiata
1 dl di rum
50 g di pangrattato
20 g di uvetta
10 g di pinoli
½ cucchiaino di cannella
60 g di zucchero

Altro
1 uovo
zucchero a velo

PREPARAZIONE
Per la pasta frolla, setacciare la farina sulla spianatoia, disporla a fontana e versarvi lo zucchero e il burro a pezzetti a temperatura ambiente. Lavorare rapidamente fino ad ottenere un impasto liscio. L‘impasto deve staccarsi dalla spianatoia. Lasciar riposare l’impasto coperto in una ciotola calda per mezz’ora. Sbucciare le mele, togliere il torsolo e tagliarle a fettine sottili. Mescolare l‘uva sultanina lavata, i pinoli, lo zucchero, la cannella e il rum. Infarinare le mani e stendere una sfoglia più sottile possibile. Disporla su un canovaccio e tirarla fino a formare un rettangolo. Rosolare brevemente il pangrattato nel burro e cospargervi la parte centrale della sfoglia. Distribuire il ripieno di mele sulla parte centrale della sfoglia e chiudere il tutto con l‘aiuto del canovaccio. Arrotolare dall‘alto verso il basso le due estremità chiudendole bene in modo che il ripieno non possa uscire. Spennellare la superficie con l’uovo, quindi mettere lo strudel sulla leccarda rivestita con carta da forno e cuocere in forno già caldo a 170 °C per circa 25-30 minuti. Prima di servirlo tiepido, spolverare con zucchero a velo.

Potrebbe interessarti

1 Commento

  • Rispondi
    Tasty Italy | Wine, Food & Culture
    13 Agosto 2018 at 18:12

    […] Sua Maestà lo strudel […]

  • Rispondi