Consigli Curiosità Food

Fruttariani: cosa mangiano davvero?

Camminando per le vie di Milano, mi sono imbattuta in un’interessante scoperta. Si chiama Sound of ’70 ed è il primo ristorante fruttariano d’Italia.

Il menù, oltre a pietanze vegane, propone originali proposte fruttariane quali fettuccine di zucchina, cuore di bue ripieno, pizze con base di platano verde.

La scelta fruttariana è basata principalmente sul desiderio di nutrirsi senza ferire alcun essere vivente (ahimsa), animale e vegetale, oltre che sull’idea che gli antenati dell’uomo moderno si nutrissero principalmente di frutti e che dunque siamo originariamente fruttariani.

Non commettiamo però l’errore di pensare che i fruttariani mangino solo frutta.

Non è infatti proprio così.

Coerentemente con il principio dell’ahimsa, i fruttariani mangiano vegetali che non prevedano la morte della pianta, quindi non ammettono insalata, funghi o patate, ma consumano olive, zucchini, pomodori, arance e così via.

Vi sono poi differenti correnti più restrittive che escludono i semi che potenzialmente potrebbero creare la vita, come fagioli e piselli, altre i frutti acidi perché considerati nocivi (fruttarismo alcalino), altre ancora consumano solo frutta e ortaggi crudi (fruttarismo crudista), mentre la dieta più estrema è quella del fruttarismo melariano, che prevede il solo consumo di mele, escludendo anche l’assunzione di qualunque liquido.

L’alimentazione fruttariana è certo molto difficile da mantenere.

La cucina carpotecnica– dal greco karpòs (frutto) e teknè (arte), permette però di ricreare diversi alimenti simili a quelli della tradizione attraverso l’uso di farine derivate da frutta e verdure essicate e frullate.

Queste tecniche di lavorazioni sono adatte anche a persone affette da celiachia e sul sito paradisefruit abbiamo trovato ricette quali spezzatini, hamburger e spaghetti.

Per questi ultimi infatti, esiste uno speciale strumento che permette di tagliare ortaggi quali gli zucchini a forma di tagliatelle e spaghetti.

Se una mela al giorno toglie il medico di torno, i fruttariani, soprattutto quelli della corrente melariana, sicuramente avranno lunga vita!

Potrebbe interessarti

Nessun commento

Rispondi